La coppetta mestruale
Benvenuta nel forum "La coppetta mestruale", il primo forum ITALIANO nato per condividere opinioni ed esperienze sul tema delle coppette mestruali

SEI NUOVA?
Puoi vedere liberamente quello che c'è scritto nel forum ma se vuoi lasciare un messaggio devi essere registrato.
Registrati! E' veloce e semplice, troverai il comando qui in basso.

ATTENZIONE! Riceverete una mail al vostro indirizzo di posta, dovrete cliccare nel link indicato per confermare la registrazione. Iscriversi al forum è completamente gratuito.
AVVISO! Dopo la registrazione è obbligatorio inserire un'immagine personale e presentarsi nella sezione "Benvenute"

Dopo la registrazione ricordatevi di presentarvi e inserire l'avatar. Registrati e potrai scrivere anche tu gli articoli nella sezione blog.

Bentornata ! Da ora potrai scrivere i tuoi articoli sul forum Scopri come

Chi è in linea
In totale ci sono 15 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 15 Ospiti

Nessuno

Ultimi argomenti

Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
avatar
closerina
Membro attivissimo
Membro attivissimo
Messaggi : 1044
Stars Stars : 1589
Data d'iscrizione : 30.04.11
Età : 32
Località : Milano

Il ciclo mestruale e la sacralità femminile

il Mer Mag 01, 2013 8:37 pm
Il mistero del sangue
di Amaterasu

C’e’ stata un’epoca, lungo la storia
dell’evoluzione, in cui la donna veniva
vissuta come dotata di autorita’.
All’inizio dell’evoluzione umana era il
flusso di sangue, la cui importanza si
dispiegava in un ricco simbolismo.
Dal fiume riempito di sangue il
Dio Thor ottiene l’illuminazione e
la vita eterna, l’idromele rosso
dei re celtici e il tappeto rosso
che ancora oggi rappresenta un
simbolo di potere e che viene
disteso davanti ai re.
Si tratta del fiume Stige che si
avvolge sette volte nell’interno
della terra per ritornare in superficie
nei pressi della citta’ di
Clitor (clitoride?) etc…
La parola sacramento e’ derivata
dalla parola sacer mens che
significa mestruazione sacra, tuttavia
raramente questo sacramento
femminile è apprezzato
quanto la fertilita’ o l’ovulazione.
Abbiamo interiorizzato i valori
bianchi dell’ovulazione (e quindi
maternita’ e nascita) ma il ruolo
della donna non e’ l’essenza della
donna.
Durante l’ovulazione, le donne
impiegano tutte le energie del
loro corpo per una gravidanza,
mentre durante le mestruazioni, le
donne possono impiegare tutte le
energie del concepire, accogliere,
sviluppare per se stesse e per trovare
la propria identita’, quindi anche in
questo caso per la nascita di un essere
umano.
E’ in questa fase, durante le mestruazioni,
che le donne hanno spesso sogni
profondi. In noi donne e’ sempre presente
l’antica capacita’ dell’oracolo
(oracolo di Delphi una volta al mese).
Anche Abramo, primo uomo biblico, fu
fatto di abrama che non significa ocra
rossa ma argilla mescolata a sangue.
Nel cristianesimo le uova di Pasqua
della Dea celitca Eostre erano dipinte
di rosso in quanto frutti dell’utero.
Eostre risale alla Dea sassonegermanica
Ostera, il cui nome fa parte
dello stesso campo semantico del
greco Hystera (in tedesco utero). Le
uova rosse erano simbolo di rinascita
e venivano messe sulle tombe per
dare forza ai morti nel loro viaggio
di rinascita.
Possiamo, in ultima analisi, effettuare
una comparazione fra le fasi del ciclo
del sangue e della terra.
_ Fase preovulatoria o maturazione
dell’uovo. L’uovo matura nel follicolo -
Fase di luna crescente. Nel ciclo annuale
della fertilita’, nel ciclo cosmico
corrisponde all’equinozio di primavera.
_ Fase ovulatoria. Avviene il
distacco dell’uovo che lascia il
follicolo per passare nella tuba
(il progesterone provoca
l’addensamento della mucosa
uterina). Nel ciclo annuale corrisponde
all’estate, al solstizio.
_ Fase premestruale. Se non c’e’
stata fecondazione i livelli di
estrogeni si abbassano stimolando
l’espulsione della mucosa
uterina. - Fase di luna calante.
Nel ciclo annuale corrisponde
all’equinozio di autunno.
_ Fase mestruale. Viene espulso
l’endometrio.- Fase di luna nera.
Sole e luna sono in congiunzione.
Questa fase appartiene
all’inverno. Solstizio d’inverno.
La donna mitico-matriarcale non
HA il ciclo. E’ il ciclo.
Essa e’ identica all’elemento del
suo sangue. E’ essa stessa elemento
del cosmo.
Se tutto rappresenta l’energia
originaria unitaria allora la donna, a
causa del suo ciclo mestruale, reca in
se l’ordine cosmico.
avatar
Looly
Membro
Membro
Messaggi : 225
Stars Stars : 389
Data d'iscrizione : 25.03.13
Età : 33
Località : Verona

Re: Il ciclo mestruale e la sacralità femminile

il Mer Mag 01, 2013 9:08 pm
Che bello closerina!!! Leggendo queste cose ci si sente più forti, potenti! Anche se nel profondo certe cose si sanno già il leggerlo e ritrovare riscritte rafforza il loro valore e fa aumentare la consapevolezza del sé, di quello che si è e di quello che si dovrebbe essere! :shy:
avatar
Krycup87
Membro
Membro
Messaggi : 73
Stars Stars : 161
Data d'iscrizione : 16.09.13

Re: Il ciclo mestruale e la sacralità femminile

il Ven Set 27, 2013 1:58 pm
No, non in tutte le culture.Nella cultura indiana Nagual le mestruazioni sono una "porta".Le donne mestruate sono più sensibili,potenti e hanno una percezione delle cose diversa, si avvicinano facilmente a quella che Casteneda chiama "la realtà separata". L'utero femminile è un organo dove si accumula molta energia, una sorta di contenitore, ma ormai abbiamo perso la capacità di utilizzarla e di accumulare o dissipare questa energia. Non a caso, durante il periodo pre-mestruale siamo stordite, appesantite, gonfie, irritate e anche depresse.Oppure abbiamo forti mal di testa.Succede perché non sappiamo come utilizzare tutta questa energia. Questa non è una leggenda cmq. Very Happy 
avatar
susina
Membro fedele
Membro fedele
Messaggi : 3192
Stars Stars : 4250
Data d'iscrizione : 21.01.12
Età : 35
Località : Bari

Re: Il ciclo mestruale e la sacralità femminile

il Ven Set 27, 2013 5:33 pm
Krycup87 ha scritto:No, non in tutte le culture.Nella cultura indiana Nagual le mestruazioni sono una "porta".Le donne mestruate sono più sensibili,potenti e hanno una percezione delle cose diversa, si avvicinano facilmente a quella che Casteneda chiama "la realtà separata". L'utero femminile è un organo dove si accumula molta energia, una sorta di contenitore, ma ormai abbiamo perso la capacità di utilizzarla e di accumulare o dissipare questa energia. Non a caso, durante il periodo pre-mestruale siamo stordite, appesantite, gonfie, irritate e anche depresse.Oppure abbiamo forti mal di testa.Succede perché non sappiamo come utilizzare tutta questa energia. Questa non è una leggenda cmq. Very Happy 
Mi piace da morire, lo sai? L'hai letto da qualche parte? E dove? Very Happy
avatar
Krycup87
Membro
Membro
Messaggi : 73
Stars Stars : 161
Data d'iscrizione : 16.09.13

Re: Il ciclo mestruale e la sacralità femminile

il Ven Set 27, 2013 7:17 pm
susina ha scritto:
Krycup87 ha scritto:No, non in tutte le culture.Nella cultura indiana Nagual le mestruazioni sono una "porta".Le donne mestruate sono più sensibili,potenti e hanno una percezione delle cose diversa, si avvicinano facilmente a quella che Casteneda chiama "la realtà separata". L'utero femminile è un organo dove si accumula molta energia, una sorta di contenitore, ma ormai abbiamo perso la capacità di utilizzarla e di accumulare o dissipare questa energia. Non a caso, durante il periodo pre-mestruale siamo stordite, appesantite, gonfie, irritate e anche depresse.Oppure abbiamo forti mal di testa.Succede perché non sappiamo come utilizzare tutta questa energia. Questa non è una leggenda cmq. Very Happy 
Mi piace da morire, lo sai? L'hai letto da qualche parte? E dove? Very Happy
C'è una collana di libri di Castaneda, questo l'ho letto nel "Secondo anello del potere", dove le streghe ( non quelle con la scopa, ma donne con l'abilità di camuffarsi, nel senso di poter apparire chiunque vogliano essere), erano allieve dello sciamano Don Jun. Parla del potere delle donne, che sono più potenti degli uomini, proprio perché hanno l'utero, che è contenitore di energia (cosa che gli uomini non hanno e per "vedere", hanno bisogno di uno stimolo, come assumere peyota per spostare il "punto di unione"). Cmq detto così non è molto comprensibile, bisogna leggere questi libri che consiglio. Castaneda è un antropologo messicano.E ci ha lasciato una grande eredità, non leggere questi libri è po' come perdersi qualcosa.
avatar
susina
Membro fedele
Membro fedele
Messaggi : 3192
Stars Stars : 4250
Data d'iscrizione : 21.01.12
Età : 35
Località : Bari

Re: Il ciclo mestruale e la sacralità femminile

il Ven Set 27, 2013 7:25 pm
Grazie *___* Tra l'altro, sono abbastanza curiosa di leggere di un uomo che scrive di potere femminile, non è per niente comune Very Happy
avatar
Devadasi
Membro
Membro
Messaggi : 131
Stars Stars : 238
Data d'iscrizione : 15.03.14

Re: Il ciclo mestruale e la sacralità femminile

il Sab Apr 19, 2014 4:42 pm
Ho letto il testo allegato al link: non ho letto di donne che vanno in giro senza assorbenti/coppette durante il ciclo, ho letto di donne che girano con pantaloni e gonne macchiate di rosso per combattere l'atteggiamento comune sociale nei confronti del mestruo. Ma si tratta di un atto simbolico, una presa di posizione. Avete notato che i pantaloni e le gonne sono tutti bianchi?
Avete notato la reazione immediata che abbiamo avuto davanti alle immagini dei pantaloni macchiati? siamo tutte "scattate", credo che per quanto possiamo avere una mentalità libera ed aperta, la macchia da ciclo rimane sempre e comunque una fonte di vergogna, ad effetto immediato. Ma è una provocazione, non un'esortazione a circolare con li ciclo senza assorbenti/coppette. E da parte mia, condivido pienamente i presupposti della provocazione...

Detto questo, Castaneda è un autore che vale sempre la pena leggere, ma come prima lettura in questo campo mi sembra un po' forte. Forse prima è consigliabile farsi un'idea generale su cosa sia lo sciamanesimo, o certe letture potrebbero suonare ostiche, astruse o...anche un po' assurde  Wink
avatar
Mary-Fre
Membro
Membro
Messaggi : 258
Stars Stars : 354
Data d'iscrizione : 04.05.14
Età : 27
Località : Castelfranco Emilia

Re: Il ciclo mestruale e la sacralità femminile

il Gio Mag 15, 2014 2:09 pm
Devadasi ha scritto:Ho letto il testo allegato al link: non ho letto di donne che vanno in giro senza assorbenti/coppette durante il ciclo, ho letto di donne che girano con pantaloni e gonne macchiate di rosso per combattere l'atteggiamento comune sociale nei confronti del mestruo. Ma si tratta di un atto simbolico, una presa di posizione. Avete notato che i pantaloni e le gonne sono tutti bianchi?
Avete notato la reazione immediata che abbiamo avuto davanti alle immagini dei pantaloni macchiati? siamo tutte "scattate", credo che per quanto possiamo avere una mentalità libera ed aperta, la macchia da ciclo rimane sempre e comunque una fonte di vergogna, ad effetto immediato. Ma è una provocazione, non un'esortazione a circolare con li ciclo senza assorbenti/coppette. E da parte mia, condivido pienamente i presupposti della provocazione...

Grazie Devadasi,
da laureata in Storia, con tesi in Antropologia Culturale non posso non apprezzare!!  :inlov: :fluf: 
Contenuto sponsorizzato

Re: Il ciclo mestruale e la sacralità femminile

Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permessi di questa sezione del forum:
Puoi rispondere agli argomenti in questo forum