La coppetta mestruale
Benvenuta nel forum "La coppetta mestruale", il primo forum ITALIANO nato per condividere opinioni ed esperienze sul tema delle coppette mestruali

SEI NUOVA?
Puoi vedere liberamente quello che c'è scritto nel forum ma se vuoi lasciare un messaggio devi essere registrato.
Registrati! E' veloce e semplice, troverai il comando qui in basso.

ATTENZIONE! Riceverete una mail al vostro indirizzo di posta, dovrete cliccare nel link indicato per confermare la registrazione. Iscriversi al forum è completamente gratuito.
AVVISO! Dopo la registrazione è obbligatorio inserire un'immagine personale e presentarsi nella sezione "Benvenute"

Dopo la registrazione ricordatevi di presentarvi e inserire l'avatar. Registrati e potrai scrivere anche tu gli articoli nella sezione blog.

Bentornata ! Da ora potrai scrivere i tuoi articoli sul forum Scopri come

Chi è in linea
In totale ci sono 12 utenti in linea: 1 Registrato, 0 Nascosti e 11 Ospiti

alessiaemanuela.losini

Ultimi argomenti
Infezioni: candidaDom Ago 13, 2017 2:58 pmFrancy
info Femme EssentialsGio Ago 10, 2017 4:46 pmirene2525
femme essentialsGio Ago 10, 2017 4:40 pmirene2525
Ciao a tutteGio Ago 10, 2017 12:59 pmCoccinella93
HOLA, ciao a tutte!Gio Ago 10, 2017 10:32 amirene2525
Prima esperienzaGio Ago 03, 2017 7:38 pmManu96
salve , piacereMar Ago 01, 2017 1:54 pmletizia79
Confusa sulla coppetta Dom Lug 30, 2017 9:03 pmSabrina85
Vendo CupLee SGio Lug 27, 2017 4:50 pmSilvia79

Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
avatar
Chiara1978
Membro TOP
Membro TOP
Messaggi : 6167
Stars Stars : 9610
Data d'iscrizione : 07.05.12
Età : 38
Località : Lombardia

Re: Non mi piacciono i bambini. Sono una persona cattiva?

il Gio Mar 24, 2016 7:37 pm
La penso come te :app: :app:
E ancora una volta mi dispiaccio (scusate l'OT) che tu e Folletto siate geograficamente lontane da me Sad
Fortuna che c'è il forum :app:
avatar
lilly_la_princy
Membro attivissimo
Membro attivissimo
Messaggi : 1197
Stars Stars : 1960
Data d'iscrizione : 17.03.15
Età : 26
http://ilcastellodililly.blogspot.it/

Re: Non mi piacciono i bambini. Sono una persona cattiva?

il Gio Mar 24, 2016 8:00 pm
Chiara1978 ha scritto:La penso come te :app: :app:
E ancora una volta mi dispiaccio (scusate l'OT) che tu e Folletto siate geograficamente lontane da me Sad
Fortuna che c'è il forum :app:

:abbr: un mega abbraccione! I love you

Con tutto che a me i bambini piacciono pure e mi piace accudirli (ho un fratellino che ha 15 anni meno di me e me ne son sempre presa cura con gioia). Io e il mio compagno, piuttosto che farne uno nostro, preferiremmo adottarlo... ma solo se saremo ben sistemati, orari di lavoro permettendo e tra almeno 10 anni, se poi non succederà pazienza, siamo già felici in due.  
Ma, sinceramente, apprezzo parecchio le persone che agiscono per logica e non perché  i fantomatici ormoni malvagi decidono per loro prendendo il controllo.
avatar
Ms Emme
Nuovo membro
Nuovo membro
Messaggi : 24
Stars Stars : 67
Data d'iscrizione : 25.11.15

Re: Non mi piacciono i bambini. Sono una persona cattiva?

il Gio Mar 24, 2016 9:38 pm
Chiara1978 ha scritto:personalmente sono sicura che ci sono tantissime persone che potendo tornerebbero indietro all'istante, ma non possono, non lo ammettono e fanno una vita d'inferno. Sad

Conosco almeno una donna che divorzierebbe all'istante, se soltanto a suo tempo non avesse mollato un lavoro che le piaceva (e le permetteva di guadagnare più del marito!) per fare la madre casalinga a tempo pieno... e conosco anche qualche uomo che è diventato padre solo per accontentare la compagna, senza però saper poi gestire il suo ruolo di genitore.  Neutral

Chiara1978 ha scritto:invece dai figli, scusate se sono ripetitiva, ma davvero indietro non si torna e se non si va più d'accordo con il partner le cose possono diventare dolorosissime. Sad Sad

Infatti.
A me fa una rabbia pazzesca vedere bambini che vengono usati come strumento di ricatto morale/affettivo. E lo dico sia nei riguardi dei bambini stessi, che rischiano di restarne danneggiati, sia degli adulti che vengono manipolati sul piano emotivo ma non se ne rendono conto o non vogliono rendersene conto perché sarebbe doloroso ammettere che qualcuno che ti è vicino voglia fregarti/approfittarsi di te.
A volte ho tentano d'intervenire, ma è facile che venga ignorata perché una scorbutica come me, che non si commuove davanti a un cambio di pannolino, secondo loro parlerebbe solo per difendere i propri interessi o comunque non sarebbe abbastanza coinvolta per capire davvero... Santa pazienza.  No

Chiara1978 ha scritto:sarò cinica ma il "per sempre" non dico che sia impossibile ma non è facile... sarò anche presuntuosa, ma penso che nel nostro caso sia difficile I love you ma comunque non ho detto impossibile, ed è proprio per questo che abbiamo parlato anche del caso in cui ci fosse una rottura. Wink

Non sei cinica.
Tu e tuo marito avete fatto solo quello che ogni coppia sensata dovrebbe fare: siete stati onesti tra di voi.
avatar
Foll3ttocanoro
Membro fedele
Membro fedele
Messaggi : 4371
Stars Stars : 4960
Data d'iscrizione : 19.10.11
Età : 31
Località : Bologna

Re: Non mi piacciono i bambini. Sono una persona cattiva?

il Ven Mar 25, 2016 1:14 pm
lilly_la_princy ha scritto:
Foll3ttocanoro ha scritto:
Thea ha scritto:
c) Capisco che il mio non voler strapazzare di coccole ogni bambino che vedo E non essere sicura di non volere figli possa sembrare una contraddizione, ma allo stesso tempo, senza offesa per nessuna, mi sembrano molto più preoccupanti alcuni dei post che ho letto qui: vi assicuro che almeno io riesco a passare tranquillamente un paio d'ore in compagnia di un bambino, senza volerlo prendere a calci perché non posso discuterci della Critica della Ragion Pura di Kant. E soprattutto, sono vagamente al corrente del fatto che della maleducazione dei bambini sono imputabili i genitori, e che c'è poco da prendersela con il piccolino di 4 anni per cose che fisiologicamente (la sua capacità di ragionamento logico ha appena iniziato a svilupparsi) NON PUO' capire.

In che senso preoccupanti?
Io sono sicuramente una di quelle che non ha piacere a passare il tempo con i bambini, ma non dico 2 ore... manco 2 minuti! :grin: ma non mi sembra un problema, mica è obbligatorio trovare simpatici i bambini... o si? Rolling Eyes boh credo che l'importante sia esserne consapevoli così da evitarsi rotture di scatole Very Happy

No Folletto, mica i bambini devono per forza piacere a tutte le donne, ci mancherebbe pure altro!... Solo, se ad una donna adulta non piacciono e non vuol passarci nemmeno due minuti insieme, è più che sensato che decida di non volerne avere (come te per esempio)  piuttosto che il contrario... mia opinione personale.

Very Happy ma io sono d'accordo, anzi, più che d'accordo! Solo mi chiedevo cosa ci trovasse Thea di preoccupante in una donna che ammette di sopportare poco i bambini o che ritiene di non essere in grado di interagire con loro... capita, alcune sono così e hanno pure figli (purtroppo...) mentre qui al momento mi è parso di capire che nessuna di noi ne abbia per un motivo o per un altro.
So di non gradirli in generale, non li odio piuttosto li ignoro Wink qualcuno poi è davvero insopportabile (sarà colpa dei genitori certamente ma dipende anche dal carattere). Ecco io ne sono consapevole, so che non è obbligatorio che piacciano, ed ho deciso che i figli non fanno per me. Ma non trovo preoccupante pensarla in questo modo :grin:
avatar
Fra.V
Membro
Membro
Messaggi : 51
Stars Stars : 93
Data d'iscrizione : 14.03.15

Re: Non mi piacciono i bambini. Sono una persona cattiva?

il Sab Apr 02, 2016 9:39 pm
Thea ha scritto:

c) Capisco che il mio non voler strapazzare di coccole ogni bambino che vedo E non essere sicura di non volere figli possa sembrare una contraddizione, ma allo stesso tempo, senza offesa per nessuna, mi sembrano molto più preoccupanti alcuni dei post che ho letto qui: vi assicuro che almeno io riesco a passare tranquillamente un paio d'ore in compagnia di un bambino, senza volerlo prendere a calci perché non posso discuterci della Critica della Ragion Pura di Kant. E soprattutto, sono vagamente al corrente del fatto che della maleducazione dei bambini sono imputabili i genitori, e che c'è poco da prendersela con il piccolino di 4 anni per cose che fisiologicamente (la sua capacità di ragionamento logico ha appena iniziato a svilupparsi) NON PUO' capire.

Aspetta, mi pare che tu stia estremizzando un po' troppo quello che io e altre abbiamo scritto.
Prima di tutto non mi sogno nemmeno di prendere a calci un bambino, ma mi spazientisco facilmente e quando mi spazientisco dico cose che non dovrei, oppure sbotto e mi allontano abbandonando il poverino che ovviamente non si rende conto di aver causato il mio scatto di nervi. Non sono una persona violenta, non uccido neanche le mosche. Shocked
Sulla Critica della Ragion Pura: ma non sono mica scema! Non pretendo di fare discorsi complessi o astratti con un bambino piccolo, ma mi pesa di non poter fare un discorso razionale. Sono cose diverse. Con un bambino un po' più grande o un adolescente puoi dire: "Questa cosa non possiamo farla perché ecc ecc", oppure "Questa cosa la facciamo così anziché cosà, perché viene meglio" oppure "Mettiti il giubbino sennò ti raffreddi". Quando parlo di discorsi razionali, mi riferisco a cose di questo genere. E' molto frustrante non poter CONVINCERE un bambino con le parole. Come fai a comunicare? Boh, per me resta un po' un mistero. Possibile che l'unico modo per indirizzare i loro comportamenti in modo sicuro e socialmente accettabile e per educarli sia urlare? Non so... in ogni caso non poter usare le parole per me è un grosso ostacolo e mi fa innervosire.
Sul voler o non voler avere figli: mi rendo conto di essere contraddittoria, grazie tante, sennò non avrei aperto questa discussione, vi pare?
Il fatto è che da una parte non mi piace passare del tempo con i bambini, dall'altra però vorrei farmi una famiglia, in futuro, nel caso riuscissi a trovare un uomo dal quale non mi venga voglia di fuggire dopo un paio di mesi. Penso che ci sia una certa differenza tra "figli" e "bambini": i figli non restano piccoli per sempre, e io vorrei avere dei figli non per come sono da piccoli, ma per come sono... diciamo... dai 7-8 anni in su, ecco. Insomma: non farei mai e poi mai la maestra d'asilo o, peggio, l'educatrice al nido, perché significherebbe passare la maggior parte della mia vita con bambini al di sotto dei 6 anni, che per me sono fonte di immenso stress. Però forse potrei anche fare la mamma, sacrificandomi in quegli anni in cui i figli sono piccoli, perché tanto poi a un certo punto crescono. Mi fa orrore l'idea di partorire (che modo cruento di riprodursi!) e mi spaventa moltissimo la prospettiva di passare 6-7 anni a impazzire appresso a un piccolo esserino privo di razionalità e pieno di esigenze di ogni tipo, ma l'idea di prendermene cura negli anni successivi e insomma di formare una famiglia, quella mi piace. Se mi immagino a 40-50 anni senza un compagno e senza figli mi viene la tristezza, penso a come deve essere una casa vuota tutte le sere e tutte le notti della tua vita, dove non c'è nessuno di cui ti importi e nessuno a cui importi tu... non che pensi alla famiglia del mulino bianco, ma ecco, vivere in una famiglia, buona o scangherata che sia, per me è importante.
E' per questo che mi preoccupa così tanto non sopportare i bambini: proprio perché in futuro vorrei averne, ma sento di non essere all'altezza, capite? Non mi sento una donna completa, al 100%, forse sotto sotto vorrei essere un uomo, uno che per fare figli non ha bisogno di tenerseli dentro ed espellerli dalle viscere e incontrare un sacco di problemi sul lavoro e nella vita in generale a causa del suo essere maledettamente femmina in un mondo maledettamente maschio...
Chi non sopporta i bambini ed è convinta di non volerne penso che possa stare serena, ma io mi sento come divisa in due: una parte di me giudica quella che non ama i bambini un orribile mostro, l'altra parte giudica quella che sotto sotto vuole una famiglia tradizionale come una piccola idiota plagiata dai film disney e dalla morale cattolica.
Insomma, mi sento un po' come nella canzone che dice:
"Cresciuti con una morale cattolica
E con i rock'n roll"
Nessuna di voi si è mai sentita così? E se sì, siete cambiate poi?
avatar
nimue
Membro attivo
Membro attivo
Messaggi : 904
Stars Stars : 984
Data d'iscrizione : 19.03.13
Età : 34
Località : begliano

Re: Non mi piacciono i bambini. Sono una persona cattiva?

il Dom Apr 03, 2016 1:00 pm
Per me il problema tuo di fondo è questo: devi smetterla di credere che per essere donna al 100% bisogna avere figli! Ma dove sta scritto questo? Io non ho desiderio di maternità e non è che mi sento incompleta... Anzi! Quindi per me devi iniziare a capire se questa tua dicotomia sia dovuto all'influenza della società o per tue insicurezze legate al non sapere.
avatar
Foll3ttocanoro
Membro fedele
Membro fedele
Messaggi : 4371
Stars Stars : 4960
Data d'iscrizione : 19.10.11
Età : 31
Località : Bologna

Re: Non mi piacciono i bambini. Sono una persona cattiva?

il Dom Apr 03, 2016 1:05 pm
Non posso che quotare nimue ;-)
avatar
Julmax
Membro
Membro
Messaggi : 135
Stars Stars : 183
Data d'iscrizione : 24.08.15
Età : 23
Località : Settignano

Re: Non mi piacciono i bambini. Sono una persona cattiva?

il Dom Apr 03, 2016 1:32 pm
Sono d'accordo con le altre, sarebbe da approfondire queste tue insicurezze...
A leggere del tuo desiderio di avere una famiglia ma del tuo orrore per il parto o il fatto che non ti piace stare con i bambini sotto i 6-7 anni mi è venuta in mente l'adozione... Sarebbe anche un meraviglioso gesto per bambini che purtroppo si sono trovati in condizioni sfortunate, poi le persone spesso cercano bambini più piccoli possibile (ho tradotto diversi documenti dall'anpas per lavoro)
avatar
lilly_la_princy
Membro attivissimo
Membro attivissimo
Messaggi : 1197
Stars Stars : 1960
Data d'iscrizione : 17.03.15
Età : 26
http://ilcastellodililly.blogspot.it/

Re: Non mi piacciono i bambini. Sono una persona cattiva?

il Dom Apr 03, 2016 6:44 pm
Anche io mi trovo perfettamente d'accordo con Nimue.
Riguardo l'adozione ho invece i miei dubbi perché quando i bimbi giungono in una nuova famiglia (e non sono più neonati) oltre ad essere pur sempre bambini, hanno esigenze particolari che mal si sposano con quanto scritto sopra da Fra.V e mi riferisco a questo (ma non solo):
Fra.V ha scritto:Prima di tutto non mi sogno nemmeno di prendere a calci un bambino, ma mi spazientisco facilmente e quando mi spazientisco dico cose che non dovrei, oppure sbotto e mi allontano abbandonando il poverino che ovviamente non si rende conto di aver causato il mio scatto di nervi. Non sono una persona violenta, non uccido neanche le mosche. Shocked

Poi

Fra.V ha scritto: Penso che ci sia una certa differenza tra "figli" e "bambini": i figli non restano piccoli per sempre, e io vorrei avere dei figli non per come sono da piccoli, ma per come sono... diciamo... dai 7-8 anni in su, ecco. Insomma: non farei mai e poi mai la maestra d'asilo o, peggio, l'educatrice al nido, perché significherebbe passare la maggior parte della mia vita con bambini al di sotto dei 6 anni, che per me sono fonte di immenso stress. Però forse potrei anche fare la mamma, sacrificandomi in quegli anni in cui i figli sono piccoli, perché tanto poi a un certo punto crescono.

Qui mi preme dire una cosa: se TU decidi di diventare madre partendo dal presupposto di doverti sacrificare, ti invito a farti una domanda: quanto pensi si debba invece sacrificare un bambino che non ha invece deciso non soltanto di venire al mondo, ma anche di avere una madre a cui pesa avere a che fare con la sua tenera età?
6-7 anni non sono poi così pochi e, anche se poi i figli crescono, non sono certo fagioli magici, pertanto quei 6-7 anni devono pur trascorrerli.

Fra.V ha scritto: Con un bambino un po' più grande o un adolescente puoi dire: "Questa cosa non possiamo farla perché ecc ecc", oppure "Questa cosa la facciamo così anziché cosà, perché viene meglio" oppure "Mettiti il giubbino sennò ti raffreddi". Quando parlo di discorsi razionali, mi riferisco a cose di questo genere. E' molto frustrante non poter CONVINCERE un bambino con le parole. Come fai a comunicare? Boh, per me resta un po' un mistero. Possibile che l'unico modo per indirizzare i loro comportamenti in modo sicuro e socialmente accettabile e per educarli sia urlare? Non so... in ogni caso non poter usare le parole per me è un grosso ostacolo e mi fa innervosire.

E' certamente vero che un bambino di 3 mesi non può capire che deve mettere il giubbino per non prendere freddo... ma già un bambino un poco più grandetto riesce a capire qualcosina (certamente prima dei 6 anni)... il tipo di comunicazione deve semplicemente essere più semplice. Poi, ovvio, se si urla si ottiene ben poco; i bambini son pur sempre persone e le urla non piacciono a nessuno.

Fra.V ha scritto: Non mi sento una donna completa, al 100%, forse sotto sotto vorrei essere un uomo, uno che per fare figli non ha bisogno di tenerseli dentro ed espellerli dalle viscere e incontrare un sacco di problemi sul lavoro e nella vita in generale a causa del suo essere maledettamente femmina in un mondo maledettamente maschio...

Ok, però sei donna, lo sei al 100% già ora con o senza figli. Non vedo davvero dove risieda l'incompletezza.

Fra.V ha scritto: mi spaventa moltissimo la prospettiva di passare 6-7 anni a impazzire appresso a un piccolo esserino privo di razionalità e pieno di esigenze di ogni tipo, ma l'idea di prendermene cura negli anni successivi e insomma di formare una famiglia, quella mi piace. Se mi immagino a 40-50 anni senza un compagno e senza figli mi viene la tristezza, penso a come deve essere una casa vuota tutte le sere e tutte le notti della tua vita, dove non c'è nessuno di cui ti importi e nessuno a cui importi tu... non che pensi alla famiglia del mulino bianco, ma ecco, vivere in una famiglia, buona o scangherata che sia, per me è importante.

Si può far parte di una famiglia senza avere figli e, quindi, senza ricoprire il ruolo di madre, se esso comporta delle responsabilità che non ti senti di assumerti.
Quando ci si fa un figlio si acquisisce il pacchetto full optional: quello con i pianti notturni, le cacche nel pannolino, i bacetti bavosi nella guancia, i primi "bravissimo" a scuola e tutto il resto... insomma, gioie e preoccupazioni che tutte le fasi della sua vita comportano.
Non si può decidere di "ibernarlo" per un lasso di tempo e poi scongelarlo come l'arrosto buono la domenica a pranzo.
O tutto o niente; pertanto, se una fase della vita di un eventuale figlio non ti andrebbe di affrontarla a priori, ti faresti seriamente del male decidendo di forzarti a viverla in futuro per scacciare lo spauracchio della solitudine. Dovresti, piuttosto, lavorare su questa paura di restare sola... il tuo problema non è l'indecisione che senti di avere ma questo, a mio parere.

In un certo qual modo il legame madre-figlio è sempre presente in un aspetto:
madre poco serena = figlio poco sereno.
avatar
Fra.V
Membro
Membro
Messaggi : 51
Stars Stars : 93
Data d'iscrizione : 14.03.15

Re: Non mi piacciono i bambini. Sono una persona cattiva?

il Mer Gen 18, 2017 9:37 am
L'incompletezza risiede nel fatto che, come spiegavo nel post precedente, una parte di me vorrebbe in futuro avere dei figli e l'altra parte aborre questa prospettiva.
Ma vedo che tanto qui non mi capisce nessuna, quindi evidentemente faccio parte di una minuscola minoranza.
Contenuto sponsorizzato

Re: Non mi piacciono i bambini. Sono una persona cattiva?

Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permessi di questa sezione del forum:
Puoi rispondere agli argomenti in questo forum